Osservatorio sulla presenza femminile nelle società italiane: IVASS aderisce al Protocollo d'intesa

osservatorio-sulla-presenza-femminile-nelle-societa-italiane-ivass-aderisce-al-protocollo-d-intesa

In un passo significativo per promuovere l'uguaglianza di genere nei vertici aziendali italiani, il Dipartimento per le Pari Opportunità, insieme a CONSOB, Banca d'Italia e IVASS, ha rinnovato l'impegno per l'Osservatorio sulla presenza femminile nei consigli di amministrazione.

Questa decisione estende il Protocollo d'intesa per altri cinque anni, puntando a rafforzare la partecipazione femminile nei ruoli direttivi.

L'Osservatorio: il contesto normativo

L'Osservatorio, istituito nel 2019, ha definito linee guida per analisi periodiche che esaminano la presenza femminile nei consigli di amministrazione e controllo delle società italiane. Le attività svolte mirano a valorizzare e aumentare la presenza femminile, promuovendo iniziative che mettono in luce il talento femminile nel panorama aziendale nazionale.

Image

L'Italia ha introdotto per la prima volta una Strategia Nazionale per la Parità di Genere che copre il periodo 2021-2026, mirando a realizzare miglioramenti significativi e duraturi nell'uguaglianza di genere. Questo sforzo si inserisce nel contesto più ampio del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), dove la parità di genere è una delle priorità trasversali.

L'Osservatorio: gli obiettivi

Il Protocollo mira a consolidare gli sforzi per aumentare la partecipazione femminile nei consigli aziendali attraverso un monitoraggio continuo e la promozione del rispetto delle leggi sulla parità di genere. Attraverso studi analitici regolari, le parti coinvolte valuteranno i progressi e identificheranno le sfide rimanenti, stabilendo una piattaforma collaborativa per condividere le migliori pratiche e rafforzare la trasparenza tra le autorità pubbliche e il settore privato.

L'Osservatorio funge da ente supervisore per l'attuazione delle strategie di parità di genere, offrendo un quadro strutturato per la rendicontazione e la responsabilità.

L'impegno verso la trasparenza assicura che tutti i progressi siano documentati attraverso rapporti annuali, mentre le misure di supporto alla conformità delineano azioni specifiche per assistere le aziende nel soddisfare i requisiti legali.

L'accordo rinnovato non solo testimonia un impegno forte verso l'uguaglianza di genere, ma è anche in linea con le direttive europee sulla governance aziendale e l'inclusione sociale. Rafforzando la rappresentanza femminile nei ruoli di leadership, l'Italia mira a promuovere un ambiente aziendale più inclusivo ed equo.

Questo sforzo collaborativo rappresenta un passo cruciale verso l'eliminazione delle barriere storiche all'uguaglianza di genere nel settore aziendale italiano, segnando un percorso promettente e realizzabile verso una governance equilibrata di genere.

Leggi qui il documento completo 

Leggi anche su questo argomento

Chi è l'IVASS

Chi è la Consob

Chi è la Banca d'Italia 

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> I Pareri dei Consulenti

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Image

Ultimi articoli

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV