Regolamento Delegato europeo 2021/1257: verso un’economia più sostenibile

Regolamento Delegato europeo 2021/1257: verso un’economia più sostenibile

Il Regolamento Delegato europeo 2021/1257, in vigore dal 02 agosto, ha l’obiettivo di rafforzare la transizione verso un’economia sostenibile.

Gli obiettivi del Regolamento europeo

Regolamento Delegato europeo 2021/1257, che modifica i Regolamenti Delegati (UE) 2017/2358 e 2017/2359, descrive cosa devono o non devono fare gli Intermediari e le Imprese di Assicurazione che realizzano prodotti assicurativi in merito alla questione sostenibilità.

  • Non basta una dichiarazione generale di sostenibilità, le Imprese di Assicurazione e gli Intermediari Assicurativi devono tenere conto dei fattori di sostenibilità nel processo di approvazione del prodotto, negli altri dispositivi di governo e di controllo del prodotto destinato a essere distribuito a clienti che chiedono prodotti assicurativi con un profilo legato alla sostenibilità.
  • Per i clienti esistenti, per i quali è già stata effettuata una valutazione dell’adeguatezza, gli Intermediari Assicurativi e le Imprese di Assicurazione devono identificare le preferenze di sostenibilità individuali in occasione del successivo aggiornamento periodico di tale valutazione.
  • Per garantire che i prodotti restino facilmente disponibili anche per i clienti che non hanno preferenze di sostenibilità, devono essere tenuti a identificare gruppi di clienti le cui esigenze, caratteristiche e obiettivi siano incompatibili con il prodotto assicurativo con fattori di sostenibilità.
  • Per consentire ai clienti o potenziali clienti di comprendere i diversi livelli di sostenibilità e di prendere decisioni di investimento, gli Intermediari Assicurativi e le Imprese di Assicurazione devono spiegare la distinzione tra, da un lato, i prodotti di investimento assicurativi che perseguono, pienamente o parzialmente, investimenti sostenibili in attività economiche considerate ecosostenibili e, dall’altro, altri prodotti di investimento assicurativi privi di tali caratteristiche specifiche che non devono poter essere raccomandati ai clienti o potenziali clienti che hanno preferenze di sostenibilità individuali.
  • Se in fase di consulenza, è necessario raccomandare prodotti di investimento assicurativi adeguati, ponendo domande per identificare le loro preferenze di sostenibilità individuali, secondo l’obbligo di svolgere l’attività di distribuzione nel migliore interesse dei clienti.

Il rischio del Greenwashing: cosa dice il Regolamento europeo

I distributori devono fare attenzione al fenomeno del “Greenwashing”, ossia la pratica di ottenere un vantaggio competitivo sleale raccomandando un prodotto di investimento assicurativo come rispettoso dell’ambiente o sostenibile, mentre di fatto non soddisfa le norme di sostenibilità. Quando i prodotti di investimento assicurativi non soddisfano le preferenze di sostenibilità del cliente o potenziale cliente, quest’ultimo deve essere posto nelle condizioni di adattare le informazioni sulle sue preferenze, in modo da rendere possibile la presentazione di ulteriori raccomandazioni.

Clicca qui per accedere al Regolamento europeo completo

Il contesto del Regolamento europeo: l’iter storico

Nel 2016 l’Unione Europea ha concluso l’accordo di Parigi, fissando l’obiettivo di consolidare la risposta ai cambiamenti climatici, rendendo i flussi finanziari coerenti con un percorso resiliente ai cambiamenti climatici.

Nel dicembre 2019, la Commissione, quindi, ha presentato il Green Deal: una nuova strategia di crescita mirata a trasformare l’Unione in una società giusta e prospera, dotata di un’economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva, che a partire dal 2050 non genererà emissioni nette di gas a effetto serra e in cui la crescita economica sarà dissociata dall’uso delle risorse. Per raggiungere questo scopo occorre inviare agli investitori chiari segnali che li inducano ad evitare gli investimenti in attivi non recuperabili e a raccogliere finanziamenti sostenibili.

Image

A marzo 2018 la Commissione ha pubblicato il Piano d’azione per finanziare la crescita sostenibile nel quale definisce un’ambiziosa strategia globale sulla finanza sostenibile. Uno degli obiettivi fissati nel piano d’azione è riorientare i flussi di capitali verso investimenti sostenibili per consentire una crescita sostenibile e inclusiva.

Da tutto questo percorso nasce il Regolamento Delegato (UE) 2021/1257 per l'integrazione dei fattori di sostenibilità, dei rischi di sostenibilità e delle preferenze di sostenibilità nei requisiti in materia di controllo e di governo del prodotto per le imprese di assicurazione e i distributori di prodotti assicurativi e nelle norme di comportamento e nella consulenza in materia di investimenti per i prodotti di investimento assicurativi.

Image

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV