Chiedi ai nostri consulenti

Compila questo modulo con tutte le informazioni richieste
Uno dei consulenti specializzati ti risponderà il prima possibile

Si prega di compilare il campo richiesto.
Si prega di compilare il campo richiesto.
Si prega di compilare il campo richiesto.
Si prega di compilare il campo richiesto.
Si prega di compilare il campo richiesto.
Si prega di compilare il campo richiesto.

Un Intermediario Assicurativo ha diritto di chiedere il TFR?

Un Intermediario Assicurativo ha diritto di chiedere il TFR?

TFR, indennità di fine rapporto, cosa spetta agli Intermediari Assicurativi? Una domanda di uno nostro utente, scopri il parere della consulente Rita Crocitto.

L'Intermediario Assicurativo ha diritto di chiedere il TFR?

Domanda: un Intermediario Assicurativo ha diritto di chiedere il TFR?

Risposta: Coloro che per legge hanno diritto al riconoscimento del Trattamento di Fine Rapporto sono innanzitutto i dipendenti, nel rispetto del principio base del contratto di lavoro. Fra coloro che possono svolgere attività lavorativa, senza avere un contratto di lavoro come dipendente, vi sono i broker e gli agenti di assicurazione.

Tuttavia, mentre il broker non ha diritto ad alcuna indennità di fine rapporto, in quanto libero professionista per eccellenza, per l'Agente la situazione è differente. L'Agente ha diritto ad un compenso di fine rapporto, simile nella sostanza al TFR che si chiama Indennità di Fine Rapporto, proprio per differenziarlo dal TFR del dipendente.

I criteri di calcolo sono contenuti nell'Accordo Nazionale Agenti, nel rispetto del contratto di collaborazione sottoscritto fra le parti contraenti (agente-impresa di assicurazione preponente).

Riguardo agli iscritti in sezione E del RUI non vi è una norma di legge che preveda il diritto a tale tipologia di compenso. Tuttavia, proprio perchè il contratto fra Intermediario principale - agente o broker che sia- e "subagente" - è "atipico" ovvero non disciplinato dal legislatore, nulla vieta che la voce "Indennità di fine rapporto" sia compresa in tale accordo.

Segnaliamo, infine, per completezza che alcuni giudici del lavoro, alla luce di determinate condizioni, hanno assimilato il rapporto di collaborazione con il subagente ad un rapporto di dipendenza con le conseguenti ricadute sul piano dei compensi, pur rimanendo le difficoltà circa la quantificazione.

Per il calcolo consigliamo sempre di rivolgersi ad un sindacato di categoria o al commercialista.

Leggi anche:

Intermediario Sezione E: come calcolare l'indennità di fine rapporto?

Un broker ha diritto all'indennità di fine rapporto?

 

Image

Ultimi articoli

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV