Titolo VIII- bilancio e scritture contabili - Capo V Revisione legale dei conti

In questo articolo potrai il Titolo VIII- bilancio e scritture contabili - Capo V Revisione legale dei conti del Codice delle Assicurazioni Private, per avere sempre a portata di mano tutte le normative che guidano il tuo lavoro.

Titolo VIII- bilancio e scritture contabili - Capo V Revisione legale dei conti452

Art. 102 (Revisione legale del bilancio)453

1. Il bilancio delle imprese di assicurazione e di riassicurazione con sede legale nel territorio della Repubblica è corredato dalla relazione di un revisore legale o di una società di revisione legale iscritti nell’apposito registro454 .

2. La relazione del revisore legale o della società di revisione legale esprime anche un giudizio sulla sufficienza delle riserve tecniche dell'impresa, avuto riguardo alle disposizioni del presente codice e tenuto conto di corrette tecniche attuariali. A tal fine, l’IVASS individua con regolamento i criteri per la determinazione della sufficienza delle riserve tecniche e le corrette tecniche attuariali alla luce delle quali deve essere espresso il giudizio del revisore o della società di revisione legale, nonché le modalità e i termini di espressione del giudizio medesimo455 .

3. Alle imprese di cui al comma 1 si applicano le disposizioni sulla revisione legale dei conti di cui alla sezione VI del capo II del titolo III del testo unico dell’intermediazione finanziaria, ad eccezione degli articoli 155, comma 2, 156, comma 4, 157, comma 2, e 159, comma 1456 .

4. L'impugnazione della deliberazione assembleare che approva il bilancio delle imprese di assicurazione e di riassicurazione, per mancata conformità alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione, può essere proposta dall'IVASS nel termine di sei mesi dall'iscrizione della relativa deliberazione nel registro delle imprese.

5. (abrogato) 457 .

Art. 103 (abrogato) 458

Art. 104 (Accertamenti sulla gestione contabile)

1. L'IVASS può far svolgere al revisore legale o alla società di revisione legale una verifica, previo accertamento dell'esatta rilevazione nelle scritture contabili dei fatti di gestione, in ordine alla conformità alle scritture contabili delle situazioni periodiche concernenti lo stato patrimoniale e il conto economico dell'impresa. Nello svolgimento di tale verifica il revisore legale o la società di revisione legale utilizzano corrette tecniche attuariali. Le spese sono a carico dell'impresa459 .

Art. 105 (abrogato) 460


452 Rubrica modificata dall’articolo 41, comma 1, del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

453 Rubrica modificata dall’articolo 41, comma 2, lettera a) del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

454 Comma modificato dall’articolo 41, comma 2, lettera b), del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e successivamente sostituito dall’articolo 1, comma 106, lettera a), Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 74. La versione precedente recitava “1. Il bilancio delle imprese di assicurazione e di riassicurazione con sede legale nel territorio della Repubblica e delle sedi secondarie nel territorio della Repubblica di imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in uno Stato terzo è corredato dalla relazione di un revisore legale o di una società di revisione legale iscritti nell’apposito registro. Se l’incarico di revisione legale è conferito ad una società di revisione legale, almeno uno dei suoi amministratori è un attuario iscritto nell’albo professionale di cui alle legge 9 febbraio 1942, n. 194. Se l’incarico di revisione legale è conferito ad un revisore legale si applica l’articolo 103”

455 Comma modificato dall’articolo 41, comma 2, lettera c), del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e successivamente sostituito dall’articolo 1, comma 106, lettera b), Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 74.

456 Comma modificato dall’articolo 41, comma 2, lettera d) del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.

457 Comma abrogato dall’articolo 41, comma 2, lettera e), del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39. Il comma 5 recitava: “5. L’ISVAP, qualora venga a conoscenza del mancato conferimento dell’incarico alla società di revisione, ne informa immediatamente la CONSOB, che adotta i provvedimenti di competenza”.

458 Articolo modificato dall’articolo 41, comma 3, del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e successivamente abrogato dall’articolo 1, comma 107, Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 74. L’art. 103 disponeva: “Art. 103 (Attuario nominato dal revisore legale o dalla società di revisione legale) 1. Se l'incarico di revisione legale dei conti è conferito a un revisore legale o se tra gli amministratori della società di revisione legale non è presente un attuario iscritto nell'albo professionale di cui alla legge 9 febbraio 1942, n. 194, la relazione di cui all'articolo 102, comma 1, è corredata dalla relazione di un attuario nominato dal revisore legale o dalla società di revisione legale. 2. L'incarico dell'attuario ha durata pari a nove esercizi e non può essere rinnovato o nuovamente conferito, neppure per conto di una diversa società di revisione legale, se non siano decorsi almeno tre esercizi dalla data di cessazione del precedente. Se, prima della scadenza del periodo, il revisore legale o la società di revisione legale revoca l'incarico all'attuario, ne dà immediata e motivata comunicazione all'ISVAP. La revoca dell'incarico ha effetto nel momento in cui diviene efficace il conferimento dell'incarico ad altro attuario. 3. L'incarico non può essere conferito a un attuario che non rispetti le condizioni di indipendenza individuate dall'ISVAP con regolamento o che si trovi, nei confronti dell'impresa di assicurazione o di riassicurazione o nei confronti dell'attuario che presso l'impresa di assicurazione esercita le funzioni di attuario incaricato per i rami vita o per l'assicurazione della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, in una delle situazioni di incompatibilità individuate dall'ISVAP con regolamento. 4. L'attuario e il legale rappresentante dell'impresa di assicurazione o di riassicurazione presso cui lo stesso svolge il proprio incarico, trasmettono all'ISVAP, entro quindici giorni dal conferimento dell'incarico, la documentazione comprovante il rispetto delle condizioni di indipendenza e l'assenza delle cause di incompatibilità di cui al comma 3, secondo le modalità fissate dall'ISVAP.

459 Articolo modificato dall’articolo 41, comma 4 del Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e, successivamente, dall’articolo 1, comma 108, Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 74.

460 Articolo abrogato dall’articolo 1, comma 109, Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 74. L’articolo 105 disponeva: “Art. 105 (Revoca dell'incarico all'attuario revisore) 1. Qualora l'ISVAP accerti l'inosservanza dei doveri relativi allo svolgimento dell'incarico dell'attuario di cui all'articolo 102, comma 1, o dell'attuario nominato ai sensi dell'articolo 103, comma 1, ovvero acquisisca elementi utili ai fini della vigilanza sull'attività del revisore legale o della società di revisione legale, ne informa la CONSOB. 2. Qualora l'ISVAP accerti la perdita dei requisiti di cui all'articolo 102, comma 1, la sussistenza o la sopravvenienza di una causa di incompatibilità prevista dall'articolo 103, comma 3, la perdita di una condizione di indipendenza prevista dall’articolo 103, comma 3, ovvero gravi irregolarità nello svolgimento dell'incarico da parte dell'attuario di cui all'articolo 103, comma 1, può disporre la revoca dell'incarico, sentito l'interessato. 3. Il provvedimento di revoca è comunicato all'attuario, al revisore legale o alla società di revisione legale e all'impresa di assicurazione o di riassicurazione. In tal caso il revisore legale o la società di revisione legale provvede a conferire l'incarico ad altro attuario entro trenta giorni e comunque in tempo utile per l'effettuazione delle verifiche necessarie ai fini del rilascio del giudizio sul bilancio . 4. In caso di inadempienza l'ISVAP provvede al conferimento dell'incarico ad altro attuario, determinando il relativo compenso secondo le tariffe dell'Ordine degli attuari. 5. L'ISVAP informa la CONSOB dei provvedimenti assunti nei confronti dell'attuario di cui all'articolo 102, comma 1, e dà comunicazione all'Ordine degli attuari dei provvedimenti assunti nei confronti degli attuari di cui agli articoli 102, comma 1, e 103, comma 1. 6. L'Ordine degli attuari comunica all'ISVAP gli eventuali provvedimenti adottati nei confronti degli attuari di cui agli articoli 102, comma 1, e 103, comma 1”

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV