ViteSicure presenta il workshop “Dal talento all’investimento: scatenare il potenziale delle insurtech italiane”

vitesicure-presenta-il-workshop-dal-talento-all-investimento-scatenare-il-potenziale-delle-insurtech-italiane

Svoltosi oggi presso Le Village By CA Milano, l’appuntamento ha visto la partecipazione di ospiti di caratura internazionale; obiettivo: condividere le esperienze di successo degli investitori in campo insurtech e fornire alle startup competenze utili ad attrarre capitali.

Italian Insurtech Summit: ViteSicure presenta il worshop

Si è tenuto oggi presso Le Village By CA Milano “Dal talento all'investimento: scatenare il potenziale delle insurtech italiane”, il workshop organizzato da viteSicure - l’insurtech italiana nata nel 2020 e specializzata nel settore vita-protezione - in occasione della quarta edizione dell’Italian Insurtech Summit. 

Intervenuti all’appuntamento, oltre ai due founder di viteSicure Eleonora Del Vento e Alessandro Turra, rispettivamente Ceo e Chief Marketing Officer della società, anche ospiti di rilievo come Gil Arazi di FinTLV Ventures (Founder & General Partner), Adriano de Matteis di RGA (Managing Director Continental Europe), Salvatore Giugliano (Partner) e Filippo Cattabiani (Manager) di KPMG Corporate Finance, Edoardo Gava di Milano Investment Partners (Investment Manager) e Francesco Giuseppe Varuzza di Digital Magics (Program Director in Fin+Tech Accelerator). 

Image

Cosa dicono i protagonisti del workshop

Il workshop, pensato per condividere le esperienze di successo degli investitori nazionali e internazionali nel campo dell’insurtech, fornendo alle startup competenze utili ad attrarre capitali, si è rivelato una proficua e partecipata occasione di confronto: “Alle insurtech non possono mancare le competenze per attrarre capitali”, ha infatti commentato Del Vento di viteSicure. “Essere competitivi sotto il profilo tecnologico è un fattore imprescindibile per una società come la nostra, ma per scalare è altrettanto importante essere economicamente sostenibili. E, come ricordato da diversi relatori all’appuntamento di oggi, le metriche di un’azienda sono cruciali per attrarre investitori. È quindi un orgoglio poter constatare che le nostre metriche sono in linea con gli standard richiesti da alcuni tra gli attori più rilevanti del mercato, e spero che il workshop di oggi potrà rivelarsi utile anche per tutti coloro che seguono o seguiranno il nostro percorso”. 

“Il settore assicurativo Vita e Salute rappresenta un mercato vasto ma ancora poco esplorato, pronto per l'innovazione e per una svolta decisiva” - ha invece dichiarato Gil Arazi di FinTLV Ventures. “La natura a lungo termine dei prodotti in questo ambito richiede dati approfonditi per convalidare la redditività delle offerte e dei nuovi modelli di business, ma esiste un potenziale innegabile che attende di essere sfruttato. Le nostre osservazioni sulle attuali tendenze in materia di misure di prevenzione evidenziano una significativa opportunità di creare sinergia tra le aziende di tecnologia sanitaria digitale e i player assicurativi affermati. Queste collaborazioni potrebbero aprire nuove vie per la crescita e la trasformazione del settore”. 

Image

Secondo Adriano de Matteis di RGA, “quella di oggi è stata un’occasione molto interessante per fare il punto su cosa può fare una startup per essere attrattiva. La mia opinione è che è anche necessario trasmettere all’investitore caratteristiche uniche e difficilmente replicabili che, nel caso di viteSicure, si identificano nella conoscenza dinamica delle caratteristiche del cliente e nell’ingaggiante interazione grazie alla tecnologia”.

“Gli investimenti in insurtech nel mercato italiano evidenziano una continua crescita e sono focalizzati su soluzioni abilitanti la digitalizzazione dei canali di accesso e il miglioramento sia della customer journey sia della risk selection” - ha commentato Salvatore Giugliano, Partner di KPMG Corporate Finance . “Tra i driver di selezione e valorizzazione dell’investimento in una insurtech, per l’investitore risulta fondamentale il connubio tra una tecnologia proprietaria e scalabile e prospettive di internazionalizzazione nel medio termine” - ha aggiunto Filippo Cattabiani, Manager dell’azienda. 

“Siamo orgogliosi di aver partecipato allo scambio di opinioni e prospettive in questo workshop organizzato da viteSicure”, ha infine detto l’investment manager di Milano Investment Partners, Edoardo Gava. “Un panel eterogeneo di stakeholders per promuovere l’innovazione e la trasformazione del settore assicurativo, utile a garantire accessibilità, efficienza e personalizzazione ad un pubblico sempre più ampio. Crediamo molto nel potenziale e nelle opportunità che la transizione digitale può offrire in molti settori che si rivolgono direttamente ai consumatori, e quello dell’assicurazione è tra i più degni di nota”. 

Leggi anche su questo argomento:

Arriva la Black Friday Week di viteSicure: polizze scontate per un investimento responsabile

Luca Giovenzana è il nuovo Chief Technology Officer di viteSicure

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> I Pareri dei Consulenti

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Image

 

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV