Palermo, truffa alle assicurazioni: falsi incidenti e la banda degli Spaccaossa

Palermo, truffa alle assicurazioni: falsi incidenti e la banda degli Spaccaossa

Sono state arrestate più di 30 persone per una mega truffa, organizzata a Palermo.

Nella truffa vi era: un medico compiacente, un centro di fisioterapisti e la banda degli spaccaossa. 

Truffa alle assicurazioni: organizzazione di una rete di professionisti compiacenti 

L'operazione, portata avanti dalla Finanza di Palermo e di Lecce, è stata denominata "Fides" e sono stati sequestrati beni con un valore di mezzo milione di euro.

Un organizzazione tra diverse bande criminali palermitane che avevano creato una rete fittizia per inscenare falsi incidenti stradali o i risarcimenti fisici fittizi. Si parla anche di gravi menomazioni fisiche ad alcuni soggetti compiacenti che si prestavano alla truffa, per far fronte al minimo sostentamento quotidiano.

Poche centinaia di euro per le vittime, oltre 1,6 milioni per le organizzazioni criminali che intascavano importanti rimborsi assicurativi, tra cui, gravi casi di menomazioni fisiche fino al grado di invalidità permanente.

Nello staff di professionisti compiacenti, ai servizi delle organizzazioni criminali, presenti: gli "spaccaossa", coloro che procedevano alle reali lesioni fisiche; i medici che scrivevano perizie di parte; centri di fisioterapisti che attestavano cure alle vittime, mai somministrate, avvocati o studi di infortunistica stradale che curavano la parte legale del risarcimento.

Un volume d'affari davvero importante, non solo su strada, ma anche su navi di percorrenza nazionale, dove succedeva esattamente la stessa cosa. Un parte dell'organizzazione criminale vendeva, secondo una filosofia quasi imprenditoriale, dei pacchetti di menomazione, da usufruire con il tempo.

Parliamo di un giro di affari di oltre il milione e mezzo di euro, quasi tutte le compagnie assicurative sono state danneggiate e ben tre società sono state sottoposte a processo.

Nell'operazione Fides sono stati coinvolti oltre 200 uomini tra le Fiamme Gialle di Palermo, di Lecce, il supporto operativo del Nucleo Investigativo centrale della Polizia Penitenziaria di Roma e del Nucleo Investigativo Regionale di Palermo, per un totale di oltre 30 arresti.

Ecco i nomi degli arrestati da parte della polizia:
1. Carlo Alicata;
2. Gaetano Alicata;
3. Filippo Anceschi detto “Il nano”;
4. Salvatore Arena, detto “Mandalà”;
5. Gioacchino Campora detto Ivan;
6. Graziano D’Agostino, incensurato
7. Rita Mazzanares;
8. Salvatore Di Ggregorio detto “Salvino”;
9. Salvatore Di Liberto;
10. Giuseppe Di Maio detto “Fasulina” ;
11. Piero Orlando, detto “Piero SH” , incensurato
12. Mario Fenech, incensurato
13. Vittorio Filippone, incensurato
14. Antonino Giglio detto “Tony ‘U Pacchiune”;
15. Gesué Giglio, incensurato
16. Vincenzo Peduzzo;
17. Alessandro Santoro;
18. Alfredo Santoro detto “Lello” ;
19. Natale Santoro;
20. Antonino Saviano;
21. Letizia Silvestri;
22. Monia Camarda;
23. Vincenzo Cataldo;
24. Orazio Falliti;
25. Gaetano Girgenti;
26. Alfonso Macaluso;
27. Benedetto Mattina;
28. Giuseppe Mazzanares;
29. Maria Mazzanares detta “Mary”;
30. Salvatore Mazzanares;
31. Mario Modica;
32. Cristian Pasca;
33. Giuseppa Rosciglione;
34. Maria Silvestri.

Potrebbe interessarti:

---> Sezione Consumatori

---> Guida Reclami IVASS

---> Glossario Assicurativo

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV