Guidare scalzi non è vietato ma bisogna fare attenzione

Guidare scalzi non è vietato ma bisogna fare attenzione

Guidare scalzi la propria auto oppure utilizzare sandali, ciabatte, infradito, tacchi alti o zoccoli non è più passibile di sanzione dal 1993.

C'è da fare attenzione, però...

Guidare scalzi non è vietato ma bisogna fare attenzione

Non esiste infatti un divieto del Codice della Strada relativo a questi casi, più in generale esso da delle indicazioni a riguardo:

a. il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del mezzo [1];

b. il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie alla guida [2].

Senza dubbio guidare scalzi o indossando delle ciabatte aumenta il rischio di slittamento del piede, in particolar modo della parte del tallone. Pertanto, nel caso di sinistro, le forze dell'ordine potrebbero scrivere sul verbale l'eventuale utilizzo di calzature che non favoriscono le normali condizioni di sicurezza alla guida.

La compagnia di assicurazione potrebbe quindi affermare che guidare scalzi o con dei sandali abbia influito sulla capacità di frenata del conducente, diminuendo così il rimborso del premio.

Il suggerimento è dunque quello di indossare delle scarpe con lacci ben saldi, anche se non esiste una legge che vieti di guidare con le infradito.

Potrebbe interessarti:

---> Sezione Consumatori

---> Guida Reclami IVASS

---> Glossario Assicurativo

 

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV