Assicurazione casa: si aggiunge un’altra importante e obbligatoria

Assicurazione casa: si aggiunge un’altra importante e obbligatoria

In arrivo importanti novità per l’assicurazione casa 2022-2023: Ministeri dello Sviluppo economico, della Giustizia e dell'Economia hanno creato 6 livelli di protezione a formare il contenuto minimo delle polizze da sottoscrivere per la casa.

Norme già in vigore sull'assicurazione per la casa

Il costruttore è obbligato a consegnare all’acquirente, nell’atto del trasferimento di proprietà, una polizza assicurativa indennitaria decennale a beneficio dell'acquirente.

Nella polizza sono previste, con effetto immediato di ultimazione dei lavori, la copertura dei danni materiali e diretti all’immobile, compresi i danni ai terzi, derivanti da rovina totale o parziale oppure da gravi difetti costruttivi delle opere, per vizio del suolo o per difetto della costruzione, anche se manifestate successivamente alla stipula del contratto definitivo di compravendita o di assegnazione.

Per quanto riguarda edifici o altri immobili destinate per loro natura a lunga durata, se, nel corso di dieci anni dal compimento, il lavoro presenta evidente pericolo di rovina o gravi difetti, l’appaltatore è responsabile. La denuncia da parte del committente deve essere fatta massimo ad un anno dalla scoperta delle rovine.

Assicurazione per la casa, le novità per il 2022-2023

Al momento del rogito, il costrutto deve contrarre e consegnare all'acquirente modello di polizza decennale: un passaggio fondamentale, senza il quale si rischia la nullità del contratto.

Queste le novità l’Assicurazione casa 2022-2023:

  • Il primo riguarda l'immobile con la società di assicurazione che si obbliga all'indennizzo dei danni materiali e diretti causati all’immobile assicurato nei casi di crollo o rovina totale o parziale e gravi difetti costruttivi, purché detti eventi siano derivanti da vizio del suolo o da difetto di costruzione e abbiano colpito parti della casa destinate per propria natura a lunga durata.
  • La copertura è quindi allargata al rimborso delle spese necessarie per demolire, sgomberare e trasportare alla più vicina discarica autorizzata i residui delle cose assicurate in seguito a sinistro indennizzabile e al rimborso delle spese per lo smaltimento dei residui delle cose assicurate.
  • Scatta poi la protezione dell'involucro, al netto delle componenti in vetro. L'assicuratore è chiamato a indennizzare le spese necessarie per il ripristino totale o parziale delle opere assicurate danneggiate per distacco e rottura riconducibili a fatti della costruzione, anche dovuto ai prodotti impiegati.
  • In riferimento all'impermeabilizzazione, la società di assicurazione si obbliga all'indennizzo dei danni materiali e diretti alle impermeabilizzazioni delle coperture, riconducibili a fatti della costruzione aventi come diretta conseguenza la mancata tenuta all'acqua delle impermeabilizzazioni stesse, verificatisi e denunciati a partire dalla data di ultimazione dei lavori e fino al decimo anno compreso.
  • L'assicuratore deve quindi indennizzare i danni materiali e diretti a pavimentazioni e a rivestimenti per distacco o rottura e riconducibili a grave difetto di posa in opera.
  • Da segnalare gli intonaci e rivestimenti esterni, coperti per danni materiali e diretti dovuti a distacco parziale o totale dal supporto sul quale sono applicati e riconducibili a grave difetto di posa in opera.

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV