Assicurazione per Droni: obbligatoria anche per i droni da 300gr

Assicurazione per Droni: obbligatoria anche per i droni da 300gr

Fino a 15 mila euro di multa, per droni non assicurati

I droni non possono più viaggiare senza assicurazione. Una moda che ha sempre di più coinvolto aziende, ma anche liberi cittadini o i cosiddetti lobbisti: chi è che non ha mai guidato un drone? Ma per farlo, è obbligatoria un'assicurazione.

Guidare un drone: le basi

Una moda che non passa e appassiona tutti: non solo le aziende o gli ambienti militari, ma anche i liberi cittadini. 

Si, le belle visuali dall'alto che ti tolgono il fiato, il grande occhio che ti osserva appassiona davvero tutti.

Nel 2013 L'ENAC - Ente Nazionale per l'Aviazione Civile - emana un regolamento per cercare di organizzare questo nuovo flusso di Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto (APR), disciplinando non solo il sistema dei droni, ma anche degli aeromodelli, entrambi definiti SAPR (Sistemi Aereomobili a Pilotaggio Remoto): il primo può essere utilizzato per operazioni speciali e per attività sperimentali, il secondo solo per scopi ricreativi e sportivi.

L'ENAC suddivide le modalità di accesso allo spazio aereo in base al peso. Il Regolamento prevede che il pilota sia maggiorenne, inoltre, introducendo nuovamente il divieto del volo notturno.

I droni da 300 grammi sono considerati inoffensivi e possono svolgere operazioni in scenario urbano, senza l'attestato del pilota. Nei droni da 300 grammi sono stati inserire le paraeliche, obbligatorie.

Guidare un drone: l'assicurazione è obbligatoria?

Secondo il Regolamento ENAC, sottoscrivere una copertura assicurativa per un drone è obbligatorio.

L'art.20 del Regolamento ENAC specifica “Non è consentito operare un SAPR se non è stata stipulata e in corso di validità un’assicurazione concernente la responsabilità (civile) verso terzi, adeguata allo scopo e non inferiore ai massimali minimi di cui alla tabella dell’articolo 7 del Regolamento (CE) n. 785/2004”.

L'Art. 21 del Regolamento recita “L’operatore deve adottare misure adeguate per la protezione del SAPR da atti illeciti durante le operazioni anche al fine di prevenire le interferenze volontarie del radio link”; L’operatore deve inoltre adottare e documentare specifiche procedure per impedire l’accesso di personale non autorizzato all’area delle operazioni, in particolare alla stazione di controllo, e per lo stivaggio del sistema".

L’Art.22, Protezione dei dati e Privacy, richiama alla normativa nazionale del decreto legislativo 30 giugno 2013, n. 196 e successive modificazioni.

Quali sono i rischi che si possono incontrare guidando un drone?

I droni sono controllati da un segnale wireless, il cosiddetto collegamento radio di comando e controllo tra operatore e aereo. L’interruzione di uno qualsiasi di questi collegamenti o lost link può significare un serio incidente.

Descriviamo una serie di scenari pericolosi che potrebbero accadere:

A.jamming. La navigazione satellitare GPS e altri segnali cruciali per pilotare un drone possono essere bloccati anche trasmettendo rumore.

B.spoofing. Un controller elettrico portatile può generare falsi segnali che imitano quelli GPS o dei trasponder che identificano un aereo. Lo spoofing più potente può far cambiare rotta al drone e farlo schiantare al suolo o farlo avvicinare troppo ad altri aerei.

C.Tecnologia ADS-B può essere all’origine di false trasmissioni o di impedimento alla ricezione di comunicazioni legittime.

D.Interferenze non intenzionali da parte dei tanti sistemi elettronici che occupano legalmente le stesse frequenze radio dei droni.

Questi sono solo alcuni degli scenari che potrebbero realizzarsi, ecco perchè la copertura assicurativa è diventata obbligatoria anche per la guida dei droni, è necessario stipulare una specifica polizza per i droni relativi alla Responsabilità civile verso terzi, adeguata di scopo e massimali. Si calcola che il premio possa variare da 800 a 3 mila euro l'anno, in base all'attivtà che il drone svolge. La mancanza di una polizza assicurativa può costare fino a 15 mila euro di multa, mentre il volo senza autorizzazione, in caso di operazioni critiche, può portare ad un anno di carcere.

Potrebbe interessarti:

---> Sezione Consumatori

---> Guida Reclami IVASS

---> Glossario Assicurativo

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV