Come sospendere o riattivare una polizza assicurativa

Come sospendere o riattivare una polizza assicurativa

Assicurazione moto: come sospendere e riattivare la vostra polizza

Il risparmio passa dalla conoscenza degli strumenti assicurativi a nostra disposizione

Come sospendere o riattivare una polizza assicurativa

Siamo già a luglio ma, a causa del meteo instabile, la bella stagione si fa attendere in molte zone d’Italia, soprattutto al Nord. Questo sta condizionando pesantemente gli appassionati delle due ruote, costretti a tenere il proprio veicolo parcheggiato in garage e a pagare una polizza di cui non usufruiscono. Una polizza moto online sospendibile potrebbe essere la soluzione per risparmiare sull’assicurazione se non si sta realmente utilizzando il mezzo.

Infatti, al contrario del bollo che è una tassa di possesso e va pagata indipendentemente  dall’utilizzo di un veicolo, l’assicurazione può essere sospesa per il periodo di tempo in cui non si utilizza la propria moto o la propria auto per poi riattivarla al bisogno, seguendo la stagionalità o determinati periodi dell’anno in cui si preferisce non guidare.

I vantaggi? Flessibilità e un notevole risparmio: con questa prassi l’assicurato paga la polizza solo nei mesi di effettivo utilizzo del proprio mezzo evitando, come nel caso del motociclista, la copertura se la moto non è utilizzata e parcheggiata in box. La data di scadenza della polizza verrà dunque prorogata del numero di mesi pari a quelli in cui il veicolo è stato fermo.

Sono sempre più diffuse sul mercato assicurativo italiano le compagnie che offrono l’opportunità di sospendere e riattivare la polizza. Una pratica davvero utile per tutti i mezzi di trasporto che prevedono un uso prettamente stagionale, non solo quindi per le moto, ma anche per i camper o le automobili più spaziose che si usano solo per andare in vacanza, ma non durante l’anno in città perché consumano più della citycar o perché magari preferisce utilizzare il car sharing.

La procedura di riattivazione è, di norma, molto semplice, ma varia da una compagnia all’altra: alcune consentono di riattivare la polizza con una semplice telefonata ai propri operatori oppure online, attraverso la propria area riservata sul sito, per altre è ancora vigente la richiesta attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno.

Prima di sottoscrivere la vostra assicurazione sospendibile è importante quindi valutare nel dettaglio le condizioni contrattuali previste: in particolare, controllate quante volte nell'arco dell’anno potrete bloccare e ripristinare la polizza e se sono previsti dei costi di riattivazione. È fondamentale ricordare che la circolazione stradale su un’auto, una moto o un camper con la copertura assicurativa non riattivata ha lo stesso peso della guida senza polizza in termini di sanzioni e responsabilità civile.

Altro elemento a cui prestare attenzione è la condizione fissata dalla compagnia assicurativa nel caso in cui alla RC sospendibile sia associata una copertura furto-incendio. Spesso, infatti, si è coperti solo nel caso in cui durante in periodo di sospensione della RC l’auto venga custodita al chiuso, altrimenti in caso di furto o incendio non si ha diritto al rimborso.

Potrebbe interessarti:

---> Sezione Consumatori

---> Guida Reclami IVASS

---> Glossario Assicurativo

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV