CONSOB: compatibilità tra promotore finanziario e agente?

CONSOB: compatibilità tra promotore finanziario e agente?

Il promotore finanziario può svolgere l'attività dell'agente assicurativo, ossia di promuovere e collocare prodotti di un'impresa di assicurazione?

Scopri la risposta della CONSOB - Commissione Nazionale per la società e per la borsa.

CONSOB: esiste una compatibilità tra il promotore finanziario e l'agente?

La CONSOB risponde ad un quesito molto importante: vi è compatibilità tra l'attività del promotore finanziario e l'agente assicurativo?

Chi è il promotore finanziario?

Il promotore finanziario consiglia il cliente, suggerisce gli strumenti finanziari più adatti e assiste il risparmiatore nella scelta degli investimenti (titoli azionari, obbligazioni, fondi comuni di investimento, prodotti per la gestione del risparmio, polizze vita), ma è vincolato a proporre solo i prodotti e i servizi della propria società.

Image

Chi è l'Agente Assicurativo?

Gli Intermediari Assicurativi iscritti alla sezione A del RUI, gli Agenti Assicurativi, sono coloro che agiscono in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione o riassicurazione. Per potersi iscrivere a questa sezione è necessario superare positivamente un esame pubblico indetto dall'IVASS -Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni - ogni anno.

La CONSOB si esprime favorevole a questo quesito, stabilendo che

"limitatamente agli aspetti di competenza della Consob, non sussiste incompatibilità, in linea di principio ed ai sensi dell'art. 94 Regolamento Intermediari, tra l'attività di promotore finanziario e altre figure professionali, quali il Broker di assicurazioni, l'Agente di assicurazioni plurimandatario e il Consulente Assicurativo o subagente di assicurazioni; peraltro il contestuale esercizio dell'attività di promotore e di ciascuna delle figure professionali in esame (anche se saltuario e occasionale) deve sottostare ad una duplice limitazione, soggettiva ed oggettiva: a) i collaboratori della società o della agenzia di assicurazioni devono presentarsi alla clientela esclusivamente in qualità di agenti di questa ed astenersi dal rappresentare la propria qualità di promotori; b) essi devono promuovere o collocare prodotti assicurativi diversi da quelli offerti dall'intermediario mobiliare per conto del quale svolgono attività di promotori. La ratio della duplice limitazione soggettiva ed oggettiva sopra indicata risiede nell'esigenza di non ingenerare confusione nella clientela circa la provenienza del prodotto offerto nonché nella necessità di separare le due attività in ragione della diversa disciplina cui sono soggette. Le suddette limitazioni devono ritenersi sussistenti anche nell'ipotesi in cui la promozione di affari assicurativi avvenga per conto di società operanti con il sistema del marketing multilivello."

Ecco che, in base a ciò che è espresso, è consentito al promotore finanziario svolgere l'attività di agente di assicurazioni, purché si presenti alla clientela esclusivamente come tale, senza alcun riferimento alla propria qualità di promotore e promuova o collochi prodotti assicurativi diversi da quelli offerti dall'intermediario per cui opera come promotore.

Image

Ovviamente, il promotore non potrà promuovere né collocare per conto dell'impresa di assicurazione gli stessi prodotti assicurativi collocati dalla S.I.M. per conto della quale egli opera, a pena di incorrere nell'incompatibilità di cui all'art. 106 del summenzionato Regolamento.

Per le stesse ragioni, è, invece, consentito curare la promozione ed il collocamento di prodotti assicurativi di rami diversi, anche se emessi dalla stessa compagnia, per conto dell'uno e dell'altro intermediario.

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Image

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV