Bollettino IVASS: il Comparto Property e il Ramo Responsabilità Civile

Bollettino IVASS: il Comparto Property e il Ramo Responsabilità Civile

L’IVASS- Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, pubblica un Bollettino statistico su Comparto Property e il Ramo Responsabilità Civile, anno 2015-2020. Il Bollettino riporta i dati salienti su premi, sinistri e utile nei rami incendio ed altri danni ai beni (comparto property) e nel ramo della RC generale.

Bollettino IVASS: il Comparto Property e il Ramo Responsabilità Civile

Il Bollettino riguarda l’attività assicurativa in Italia delle imprese vigilate dall’IVASS:

  1. nel comparto property, comprendente i rami “incendio ed elementi naturali” e “altri danni ai beni”;
  2. nel ramo RC generale.

La raccolta complessiva per il 2020 nei tre rami ammonta a 9.006 milioni, con una crescita che riguarda tutti i tre rami pari nel complesso a +2,1% rispetto al 2019. La diminuzione della frequenza dei sinistri è generalizzata mentre l’utile tecnico risulta ancora in perdita nel comparto property, sia pure di minore entità rispetto allo scorso anno, e fa segnare un risultato positivo per la RC generale, in calo sul 2019. La differente redditività dei singoli rami è influenzata dal diverso andamento dei costi medi.

Bollettino IVASS: Il comparto property

I premi contabilizzati complessivamente nel comparto hanno raggiunto i 5.729 milioni di euro, pari al 17,1% della produzione dei rami danni, quota in aumento nell’ultimo quinquennio (15,7% nel 2015 e 16,4% nel 2019). Il comparto mostra una perdita per il quarto anno consecutivo, che si attesta a -215 milioni, meno accentuata rispetto al 2019 (-301 milioni), principalmente a causa della flessione dell’onere per sinistri e della crescita dei premi di competenza.

Bollettino IVASS: Ramo incendio ed elementi naturali

  • I premi contabilizzati dalle 54 imprese del ramo incendio ed elementi naturali ammontano a 2.645 milioni di euro, in crescita per il quinto anno consecutivo, con un incremento del +2% rispetto all’anno precedente. Essi rappresentano il 46,2% della raccolta del comparto property, e il 7,9% di quella del totale dei rami danni.
  • I sinistri sono in contrazione del -7,7% rispetto al 2019. La frequenza sinistri complessiva rispetto alle unità di rischio assicurate è dell’1,50%, in calo rispetto all’1,66% del 2019.
  • Il premio medio per unità di rischio, al netto di oneri fiscali e parafiscali, è pari a 140,1 euro, sostanzialmente invariato rispetto ai 139,6 euro all’anno precedente, ma in calo del -9,4% rispetto ai 154,5 euro del 2015.
  • Il pagamento medio per sinistro ammonta a 3.887 euro, con una lieve crescita del +1,2% rispetto al 2019 e del +11,3% rispetto al 2015.
  • Tenendo conto dei rendimenti finanziari e delle cessioni in riassicurazione, il ramo risulta in perdita per il secondo anno consecutivo, che si attesta a -174 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto all’anno precedente. Anche il risultato tecnico per polizza, pari a -9,2 euro, mostra una perdita più contenuta rispetto al -10,8 euro del 2019.

Bollettino IVASS: Ramo altri danni ai beni

  • I premi contabilizzati dalle 54 imprese operanti nel ramo “Altri danni ai beni” sono pari a 3.083 milioni di euro e aumentano per il quinto anno consecutivo, registrando un incremento del +1,8% rispetto al 2019 e del +13,1% rispetto al 2015. Essi rappresentano il 53,8% della raccolta del comparto property e il 9,2% del totale dei premi danni, in crescita sia rispetto all’8,8% del 2019 che all’8,5% del 2015.
  • I sinistri sono in riduzione del -1,0% rispetto al 2019. La frequenza sinistri complessiva rispetto alle unità di rischio assicurate, in calo per tutto il quinquennio considerato, è del 4,97%, rispetto al 5,22% nel 2019.
  • Il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto di oneri fiscali e parafiscali, si attesta a 157,6 euro, in diminuzione del -1,7% rispetto all’anno precedente e del -11,5% sul 2015.
  • Il pagamento medio per sinistro è di 1.782 euro, con un decremento del -9,5% rispetto al 2019 e del -1,8% in confronto al 2015.
  • Tenendo conto dei rendimenti finanziari e delle cessioni in riassicurazione, il ramo risulta in perdita per il quarto anno consecutivo. Tale perdita si attesta a -41 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -101 milioni del 2019. Anche il risultato tecnico per polizza, pari a -2,1 euro, mostra una minore perdita rispetto al 2019, quando era pari a -5,4 euro.

Bollettino IVASS: Il ramo RC generale

  • I premi contabilizzati dalle 54 imprese operanti nel ramo RC generale raggiungono 3.277 milioni di euro, in crescita per il quarto anno consecutivo, segnando un +2,4% rispetto al 2019. Essi rappresentano il 9,8% del totale dei premi danni (9% nel 2015).
  • I sinistri sono in riduzione del -7% rispetto al 2019. La frequenza sinistri complessiva rispetto alle unità di rischio assicurate è dell’1,41%, in calo rispetto all’1,59% dell’anno precedente e al livello minimo nel quinquennio.
  • Il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto di oneri fiscali e parafiscali, è pari a 157,4 euro, in diminuzione del -2% rispetto al 2019 e del -5,2% in confronto al 2015.
  • Il pagamento medio per sinistro ammonta a 2.033 euro, con un incremento del +2,5% rispetto al 2019 e del +9,3% in confronto al 2015.
  • Tenendo conto dei rendimenti finanziari e delle cessioni in riassicurazione, il ramo risulta in utile per il settimo anno consecutivo, dopo le perdite registrate dal 2008 al 2013, con un risultato tecnico pari a 851 milioni di euro, in riduzione del -29,1% rispetto al 2019. Anche il risultato tecnico per polizza, pari a 40,8 euro, si riduce di oltre il 30% rispetto all’anno precedente, quando ammontava a 60,4 euro.

Clicca qui per accedere al Bollettino completo

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV