1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Genialpiù

GoogleFacebookTwitter

Contributo di Vigilanza Broker

Intermediari assicurativi: come e perchè pagare il Contributo di Vigilanza?

Intermediari assicurativi: come e perchè pagare il Contributo di Vigilanza? - 5.0 out of 5 based on 7 votes
Valutazione attuale:  / 7
ScarsoOttimo 

contributo vigilanza intermediari assicurativiIntermediari Assicurativi e Contributo di Vigilanza 2019

L'IVASS, con il Provvedimento 40/2018 , ha emanato le nuove direttive in merito al Contributo di Vigilanza. Quali sono gli Intermediari Assicurativi che devono pagarlo annualmente? Perchè è così importante per l'effettiva operatività degli Intermediari?

Tutte le informazioni le trovi in questo articolo.

Contributo di Vigilanza per gli Intermediari Assicurativi: cos'è?

L'IVASScon il Provvedimento 40/2018 , ha emanato le nuove direttive in merito al Contributo di Vigilanza 2019.

Il Contributo di Vigilanza deve essere versato dalle imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in Italia e dalle rappresentanze di imprese con sede di un Paese terzo rispetto all'Unione Europea operanti nel territorio della Repubblica.

In base al Codice delle Assicurazioni Private il contributo è determinato entro il 30 maggio di ogni anno con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, sentito l'IVASS ed è pubblicato entro il 30 giugno nella Gazzetta Ufficiale nel Bollettino IVASS.

Leggi il provvedimento che definisce il regime contributivo per l'anno 2019, la delibera n. 20767 del 28 dicembre 2018

Tutti gli Intermediari Assicurativi iscritti nelle sezioni A, B, C, D sono tenuti a pagare il Contributo di Viglianza, anche in caso di non operatività. Decorsi i 90 giorni dal termine, solitamente il 30 maggio, gli Intermediari che non hanno effettuato pagamento o comunicato i motivi, sono indicati sul Registro come inoperativisaranno diffidati e successivamente cancellati dal RUI dopo 60gg dallo scadere del termine di pagamento secondo l'. 113, comma 1, lettera e) del D.lgs. 209/2005 e la procedura di riscossione sarà attivata coattivamente secondo l'art. 336, comma 3 del D.lgs. 209/2005.

Dove pagare il Contributo di Vigilanza?

Il Contributo di Vigilanza 2019 si paga utilizzando il bollettino MAV precompilato emesso dalla Banca Popolare di Sondrio o tramite bonifico bancario.

Per pagare il bollettino relativo al Contributo di Vigilanza, è possibile rivolgersi:

  • presso gli sportelli bancari presenti su tutto il territorio nazionale;
  • prsso gli uffici postali;
  • qualunque punto vendita aderente alla rete Sisal o Lottomatica;
  • attraverso l'internet banking della propria banca di riferimento;
  • utilizzando carta di credito o PayPal e collegandosi al sito internet www.scrignopagofacile.it

E' possibile scaricare il bollettino direttamente dal sito ufficiale (clicca qui).

Accedendo al sito (tramite digitazione del codice fiscale/partiva IVA e del codice RUI) è possibile:

  • ottenere copia dell’avviso di pagamento;
  • confermare o aggiornare i dati anagrafici ed i recapiti;
  • verificare lo stato della propria posizione contributiva;
  • ottenere lo strumento d’incasso per versare, eventualmente, quanto ancora dovuto.

Anche e banche iscritte nella sezione D del Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi possono effettuare il pagamento del Contributo di Vigilanza utilizzando l'apposito bollettino MAV scaricabile. Basterà semplicemente digitare il codice fiscale/partita IVA e il codice RUI (10 caratteri compresa la lettera iniziale).

Per quanto riguarda coloro iscritti nella sezione C, invece le istruzioni di pagamento saranno comunicate direttamente alle imprese referenti.

In caso di difficoltà di accesso al sito, si chiede di inviare una comunicazione all’indirizzo di posta elettronica: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o chiamare il numero verde attivo nei giorni lavorativi con orario 9.00-17.00 al numero 800.262.300

E’ stato reso disponibile anche il numero verde 800.248464 per la richiesta di ristampa dei bollettini MAV eventualmente non pervenuti o smarriti.

Si ricorda che bollettini di conto corrente postale emessi precedentemente, nonché le precedenti coordinate IBAN, non potranno più essere utilizzati e tutti i pagamenti inviati per importi differenti o attraverso modalità non espressamente dichiarate non saranno considerati validi ai fini dell'ottemperamente dell'obbligo di legge. Pertanto, si raccomanda agli intermediari di effettuare i versamenti utilizzando esclusivamente gli strumenti di pagamento previsti dal citato Provvedimento IVASS.

ATTENZIONE: è disponile il nuovo Provvedimento IVASS n.87 del 23 lugglio 2019 (Clicca qui per leggerlo), terremo la pagina aggiornata non appena ci saranno altre novità.

Link utili:

Guida all'Aggiornamento Professionale IVASS

La Guida completa per gli Intermediari Assicurativi

News Intermediari Assicurativi

       Seguici sulle nostre pagine social

                         Facebook

                         LinkedIn

AREA Aree monotematiche

Glossario Il glossario assicurativo di IAss

News

Attività dell'IVASS

Guida Intermediario

Normative

IAss Lavoro

Consulenza

Contatti

Link Utili

IAss - Redazione

Telefono Informazione Corsi IAss 085 8421966 Numero

Risponde New Way Web Agency
Mail per informazione corsi AssicurativiThis email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Partner Assicurativo

Formazione - Info

Servizi per Intermediari

Sponsor IAss


Software per intermediari assicurativi


Software per intermediari assicurativi

Mappa Lavoro

 

mappa-lavoro

 

Iscriviti alla Newsletter

ISCRIVITI per ricevere tutte le novità sui CORSI IVASS, INTERMEDIARI ASSICURATIVI, MEDIATORI CREDITIZI... E TANTO ALTRO